Torna alla lista


Occhi

Correttore verde, a cosa serve e come applicarlo

Le occhiaie rappresentano da sempre uno dei nemici della bellezza più odiati dalle donne: se non coperte alla perfezione, rovinano qualsiasi tipo di look, conferendo un’immagine stanca e trascurata a qualsiasi tipo di viso. Fortunatamente esistono vari metodi per combattere questo problema, che se usati all’unisono possono realmente attenuare qualsiasi tipo di occhiaia: innanzitutto sarà necessario combattere il problema alla radice, curandosi di applicare quotidianamente una buona crema contorno occhi nella zona interessata, praticando un efficace massaggio che riattiverà la circolazione del sangue, attenuando in maniera evidente l’inestetismo. Il secondo metodo consiste nell’utilizzo del make up: esistono molti correttori di qualità in commercio che non solo provvederanno a coprire l’occhiaia rendendola meno evidente, ma, grazie alla loro formula ricca di elementi naturali, riusciranno anche a prevenirne la formazione. Tuttavia, per riuscire ad ottenere il risultato sperato è necessario fare attenzione a scegliere il tipo di prodotto più adatto alle proprie esigenze ed imparare ad utilizzarlo nella maniera più idonea.

I vari tipi di correttore: scegli il prodotto giusto in base al tipo di occhiaia!

Uno dei fattori da considerare quando si va ad acquistare il prodotto più adatto alle proprie esigenze è quello del tipo di occhiaia che intendiamo coprire: per ottenere un risultato ottimale è necessario riconoscere il tipo di inestetismo con cui abbiamo a che fare, in modo da riuscire a trattarla con un tipo di correttore idoneo. Per le ragazze affette da occhiaie e inestetismi dai toni rossastri, il correttore da scegliere è quello verde, che rappresenta la scelta più idonea quando si deve andare a coprire tutti quegli inestetismi come couperose, acne, brufoli, bolle e capillari spezzati. Per quanto riguarda le occhiaie e tutti quei difetti dalle tonalità violacee, il correttore da prediligere per correggerli è quello sui toni del giallo, che si rivelerà ideale anche per nascondere piccoli lividi e capillari spezzati. Il correttore arancione è invece il migliore alleato quando si tratta di correggere macchie e occhiaie dal colorito blu. Se il problema riguarda inestetismi e occhiaie poco pronunciati si potrà ricorrere all’utilizzo di un correttore color carne, da scegliere di mezza tonalità più chiaro rispetto al colore della propria pelle. Ma anche in questo caso bisogna fare attenzione a sceglierne uno che si adatti al tipo di occhiaie da trattare: per coprire gli inestetismi di colore marrone o sui toni del blu, sono indicati i correttori color carne con pigmenti dalle tonalità pesca mentre per correggere le occhiaie dalle tonalità violacee la scelta migliore sono i correttori sui toni del beige.

Anche la consistenza del correttore fa la differenza!

Quando si parla di coprire le occhiaie in modo efficace non bisogna solo considerare la tonalità del correttore ma anche la sua texture, in quanto la copertura ottimale dipende anche dal tipo di pelle sulla quale si va ad applicare il prodotto. Per le donne mature è infatti consigliata la scelta di un correttore anti-età che, studiato appositamente per aderire a pelli segnate da piccole rughette, garantirà una copertura perfetta di ogni inestetismo, facendo apparire il volto immediatamente più giovane, uniforme e riposato. Per le pelli più giovani è invece indicato il correttore stick, in quanto la sua consistenza più pastosa andrà a coprire perfettamente ogni tipo di inestetismo, senza però andare a sottolineare eventuali rughe.

Come applicare il correttore nel modo giusto?

Per assicurarsi un efficace copertura dell’occhiaia, senza andare a creare il tanto odiato effetto maschera è necessario imparare a stendere il correttore nel modo giusto. La prima cosa da fare per creare un make up anti – occhiaie perfetto è quello di andare a preparare una buona base sulla quale poi si andrà a costruire il trucco viso, applicando prima un leggero strato di primer e poi un fondotinta della tonalità più simile a quella della tua pelle per uniformare bene l’incarnato. Conclusi questi step, arriva il momento di concentrarci sulla copertura delle imperfezioni, andando a lavorare sulle zone interessate con un correttore apposito. Per assicurare una finitura perfetta, il correttore andrà steso utilizzando un pennello piatto oppure uno sfumino (assicurati che siano ben puliti, liberi da ogni residuo di trucco), applicando dei piccoli punti di colore sia sulla parte superiore che inferiore dell’occhio. Cerca sempre di evitare gli eccessi di prodotto: dai una prima passata e, se necessario, applica un nuovo strato di prodotto fino a che il risultato non sarà soddisfacente. In seguito, picchietta il prodotto dall’interno verso l’esterno per consentirgli di aderire perfettamente all’epidermide. Una volta steso adeguatamente il correttore, scegliere un pennello apposito per sfumare le estremità della zona trattata senza esagerare, in modo da evitare bruschi stacchi di colore con il resto del viso preservando la copertura del prodotto. Una volta coperte adeguatamente le occhiaie e gli altri eventuali inestetismi, utilizzare una cipria fissante in polvere per assicurare la lunga tenuta del make up, applicandola con l’aiuto di un pennello.

Commenti