Torna alla lista


Occhi

Matita occhi dentro o fuori? A ciascuna il suo look!

matita-occhi_copertina

Matita occhi: dentro o fuori? L’applicazione di questo strumento di make up è fondamentale, e può fare realmente la differenza tra uno sguardo spento e due occhi penetranti e intensi. Data la vastissima gamma di prodotti di diverse caratteristiche, consistenze e colori, per prima cosa devi avere un’idea ben precisa della matita che si adatta meglio alle tue caratteristiche.

Poi dovrai imparare ad applicarla con precisione e maestria sulla rima interna o esterna: ma non spaventarti, con il prodotto giusto nelle tue mani non occorre essere un make up artist professionista per ottenere l’effetto che desideri.

La matita occhi ha la funzione di delineare il contorno dell’occhio, facendone risaltare il bianco naturale e donando così intensità allo sguardo. Scegliere se applicarla all’interno o all’esterno dell’occhio, e sulla palpebra superiore o inferiore, può aiutarti a sfruttare i contrasti e giochi di illusione ottica per ingrandire l’occhio e correggere piccoli difetti, come una palpebra tendente verso il basso.

Si tratta di un prodotto molto versatile, che con un po’ di fantasia si presta ad effetti sorprendenti. Vediamo ora le differenti possibili applicazioni.

Matita occhi nella rima interna

matita-occhi_dentro

La matita scura (marrone o nera) applicata nella rima interna ha la caratteristica di rendere l’occhio più piccolo e allungato: si adatta quindi a chi ha occhi abbastanza grandi e dalla forma tondeggiante. Come è scontato, è invece da evitare per chi li ha di piccole dimensioni e dalla forma naturalmente oblunga.

Discorso inverso se si utilizza una matita di colore chiaro, nude o bianco: in questo caso l’effetto sarà di ingrandimento dello sguardo. L’ideale, quindi, all’interno di un make up che mira a valorizzare gli occhi piccoli. Di solito per l’applicazione dentro l’occhio si utilizzano matite abbastanza dure e dalla punta fine: dovranno garantire un tratto preciso e sottile.

Un problema legato all’applicazione della matita nella rima interna è la tenuta: la lacrimazione dell’occhio, infatti, può far sbavare il tratto e farlo scomparire anche dopo poche ore. Esistono per questo matite concepite proprio per l’utilizzo all’interno dell’occhio, con formulazioni ad hoc per garantire un risultato duraturo. Un esempio? La matita Expert Eyes di Maybelline.

Matita occhi sulla rima esterna

matita-occhi_fuori

La matita applicata sulla rima esterna ha la funzione di ingrandire l’occhio e dare profondità allo sguardo. In questo caso hai infinite possibilità in tema di spessore del tratto: lo sceglierai in base al tipo di make up (da giorno o da sera), all’occasione e all’effetto che vuoi creare.

La gamma di matite a tua disposizione è pressochè infinita: da prodotti più duri per tratti precisi a soluzioni con texture cremose che si adattano benissimo ad essere sfumate, fino ad arrivare al matitone Master Smoky per la tecnica dello smoky eyes.

Matita occhi: è più difficile applicarla dentro o fuori?

matita-occhi_dentro-o-fuori

L’applicazione della matita richiede sempre una certa precisione e abilità. Ma se per la rima interna siamo in qualche modo “guidati” dal limitare della palpebra, disegnare una linea netta e perfetta sulla rima esterna risulta più difficoltoso: in molte scelgono quindi per l’esterno occhio una matita più morbida, che possa riempire al meglio i piccoli spazi tra una ciglia e l’altra.

Quello che è assolutamente da evitare è che rimanga un antiestetico spazio bianco tra l’arcata delle ciglia e la riga di matita: uno degli effetti più brutti che si possano vedere su un viso truccato! Per scongiurare questo pericolo, posiziona la punta della matita (ben temperata!) il più possibile attaccata alle ciglia: dovrai vederle muoversi durante l’applicazione, segno che il tratto sta colorando anche lo spazio tra l’una e l’altra.

Commenti