Torna alla lista


Tutorial

Pennelli trucco: come usarli per il make-up

Dedicarsi al make up è una vera e propria coccola quotidiana che serve a farci apparire e sentire più belle, ad esaltare i nostri punti di forza e a nascondere le piccole imperfezioni che possono comparire di tanto in tanto sul nostro viso; un make up ben fatto sa eliminare l’aria un po’ stanca, donandoci un aspetto radioso e fresco. Ma come per ogni cosa, bisogna avere a disposizione gli strumenti giusti: nel caso del trucco, questo significa avere a portata di mano degli ottimi prodotti performanti dalla tenuta perfetta e dei buoni pennelli con cui applicarli al meglio. Chi si avvicina per la prima volta al mondo dei pennelli rimarrà stupita e disorientata dall’enorme varietà di prodotti in commercio. Eppure ogni forma e dimensione ha uno scopo ben preciso e va usata nel modo corretto per avere dei risultati stupefacenti. Vediamo un po’ di fare chiarezza provando a realizzare insieme, passo dopo passo, un trucco completo con gli strumenti giusti.

La base

La prima fase di ogni make up è sicuramente la base. Molti make up artist sostengono che riuscire a fare una buona base è il presupposto necessario per realizzare un buon trucco: è in questa fase, infatti, che si cancellano dal viso le imperfezioni, si uniforma l’incarnato e si creano le basi di un aspetto luminoso e sano. Bisogna, quindi, scegliere con cura il fondotinta giusto a seconda del proprio tipo di pelle e dell’effetto che si vuole ottenere. Ottimo per esempio è un fondotinta liquido, anti-age, anti-lucidità e dalla texture ultra leggera che vanno a cancellare le piccole discromie lasciando respirare la pelle, mantenendola fresca, asciutta e idratata. Chi, invece, sa che starà fuori casa tutto il giorno può scegliere un fondotinta dalla lunga tenuta che aderirà perfettamente al viso resistendo a sudore, caldo, umidità ed anti-traccia, per non correre il rischio di lasciare tracce sui vestiti. In generale, per applicare il fondotinta liquido, si può utilizzare un classico pennello a lingua di gatto, con cui stendere il prodotto dal centro del viso verso l’esterno oppure un più comodo pennello kabuki flat con la testa piatta e compatta e setole morbide e sintetiche che va usato con movimenti circolari per far penetrare bene il prodotto nella pelle e ottenere un risultato perfetto, omogeneo, senza nessuna striatura. Nella scelta bisogna ricordare che più le setole sono compatte e più la coprenza sarà elevata.

Dopo il fondotinta, va applicato il correttore liquido per nascondere le occhiaie e le eventuali piccole imperfezioni non ancora completamente coperte dal fondotinta. Per applicarlo, va bene un pennellino piatto piccolo, sempre in setole sintetiche, oppure un pennellino dalla testa rotonda che può essere usato di punta nella zona delle occhiaie per ottenere una copertura ottimale ma ben sfumata. Per terminare la base, si deve utilizzare una buona cipria che avrà un effetto fissante e anti-lucidità sul trucco. Le ciprie vanno applicate con un pennello dalla testa molto ampia e preferibilmente rotonda. Di solito i pennelli da cipria hanno setole lunghe, molto morbide e non particolarmente fitte per dare un effetto naturale, omogeneo e leggero. L’ultimo tocco della nostra base sarà il blush: non bisogna mai saltare questo step. Pur essendo semplice e veloce, infatti, è fondamentale per dare luminosità al viso e uno splendido effetto bonne-mine che dona turgore e freschezza al viso. E’ importante fare qualche prova in profumeria per essere sicure di scegliere la tonalità che più si adatta ed esalta il nostro colore di incarnato. Il pennello da blush può avere varie forme: può essere angolato, in modo da dare più definizione al viso, o avere una forma lunga e ovale, con setole non troppo compatte, per dare un effetto naturalissimo ed evitare antiestetiche macchie di colore.

Gli occhi

Passiamo ora al make up degli occhi. Se scegliamo una palette di ombretti nude avremo la possibilità di realizzare mille make up diversi: naturali e leggeri da giorno, più intensi da sera, eleganti e sofisticati. I colori della terra, insomma, si possono declinare in tanti modi e donano a tutti i colori di incarnato, capelli e occhi. Per cominciare, con un pennello da sfumatura, arrotondato e morbido, applichiamo un colore chiaro e mat su tutta la palpebra mobile, sfumandolo leggermente verso l’alto. Per dare intensità allo sguardo, poi, applichiamo un ombretto un po’ più scuro nella piega dell’occhio e lungo l’attaccatura delle ciglia. Per questo possiamo utilizzare lo stesso pennello da sfumatura, che darà un risultato molto naturale. Preleviamo poi dalla nostra palette un colore intenso con un pennello più piccolo con la punta a penna e lo applichiamo solo lungo l’attaccatura delle ciglia nell’angolo esterno dell’occhio. Possiamo riutilizzare il pennello da sfumatura per amalgamare meglio il colore con quelli applicati prima. Infine, per dare ulteriore intensità, possiamo usare un ombretto scurissimo, preferibilmente nero, e applicarlo con un pennello angolato da eye liner lungo le ciglia, facendo attenzione a metterlo più vicino possibile alle stesse, in modo da renderle otticamente più folte. Per completare il trucco occhi, prima di applicare un buon mascara che vada a intensificare le ciglia e ad aprire lo sguardo, possiamo, con un pennellino a penna pulito, applicare un ombretto chiaro e luminosissimo nell’angolo interno dell’occhio, per dare luce allo sguardo.

Le labbra

L’ultimo step di un make up completo è sicuramente il trucco labbra. Possiamo scegliere un rossetto idratante e intenso. Per applicarlo al meglio, in modo preciso ma naturale, si può usare un pennellino da rossetto con la punta fine e abbastanza rigida, che garantisca la facilità di applicazione, un contorno definito e un’ottima durata.

Commenti