Torna alla lista


Unghie

Cause e rimedi per unghie rigate

Le unghie vengono spesso definite uno degli specchi della salute di una persona: carenze alimentari, problemi di salute, debolezza e stress, infatti, si riflettono subito anche sulla bellezza delle unghie. Se unghie lucide e lisce fanno subito pensare a una persona curata e in salute, unghie che si sfaldano, ingiallite, concave o rigate danno un aspetto trasandato. Vediamo meglio come comportarci nel caso di un disturbo molto frequente, le unghie rigate . Le cause che stanno alla base delle unghie rigate possono essere varie come il naturale invecchiamento o il contatto con prodotti troppo aggressivi. Le cause possono anche essere dei traumi alle unghie, più o meno recenti. Le più comuni cause delle unghie striate sono però spesso le carenze alimentari: mancanza di ferro (anemia), carenza di vitamina A, B o calcio provocano le striature.

Come rimediare

Accertata la causa, si troverà facilmente un rimedio alle unghie rigate e le mani torneranno in breve tempo belle e sane. Se le unghie rigate sono dovute semplicemente all’età, ad esempio possiamo andare ad intervenire semplicemente sull’aspetto estetico, migliorandolo notevolmente, utilizzando durante la manicure un buffer. Si tratta di lime pensate proprio per levigare dolcemente la superficie dell’unghia e lucidarla.
Quando, invece, si vuole dare alle unghie un’iniezione di forza proteggendole allo stesso tempo ci si può affidare a uno smalto rinforzante da usare da solo o come base coat: questo permetterà anche di proteggere le unghie un po’ indebolite se vogliamo poi applicare lo smalto colorato. Nel caso in cui le unghie rigate presentino anche un po’ di ingiallimento, per l’età, il fumo, il contatto con sostanze chimiche aggressive come i detergenti per la casa o semplicemente per l’uso di smalti colorati particolarmente forti, si può utilizzare uno smalto rinforzante e levigante che vada anche a renderla più bianca e brillante, sia nell’immediato, per un semplice effetto ottico, che col passare del tempo, con un uso costante. È anche importante ricordarsi che le unghie vengono sottoposte a una piccola aggressione chimica ogni volta che andiamo a rimuovere lo smalto: meglio quindi, soprattutto in caso di unghie rigate e indebolite, scegliere un solvente delicato. Infine, se abbiamo intenzione di applicare uno smalto che sappiamo già essere “piuttosto tenace” sulle unghie o uno smalto con glitter, per evitare di dover sfregare a lungo quando andremo a rimuoverlo ricordiamoci di usare sempre un base coat peel off, fatto apposta per facilitare la rimozione successiva.

Commenti