Torna alla lista


Unghie

French unghie? Si, ma solo dopo la manicure perfetta

Unghie perfette e mani curate sono un bel biglietto da visita con cui presentarsi in qualsiasi occasione per questo oggi impareremo a realizzare la french manicure in modo professionale, evitando gli errori più comuni e grossolani.

L’importanza della manicure

Presentarsi con una french unghie dalla lunghezza disomogenea e dalla forma irregolare, con cuticole sollevate e mani screpolate non crea certamente un’immagine d’insieme gradevole, nè agli occhi, nè al tatto, ecco perché porre attenzione solo alla corretta applicazione dello smalto non basta. Curare le mani e le unghie in ogni loro dettaglio diventa indispensabile per realizzare il substrato ideale su cui eseguire una french da professioniste, senza rischiare di catturare l’attenzione esclusivamente per l’orrore.
In realtà per fare una buona manicure non ci vuole nè grande esperienza, nè grande manualità ma solo i prodotti giusti, tenendo sempre a mente che i concetti di base sono esclusivamente due:

1. correggere le imperfezioni;
2. idratare la pelle.

Tutti i passaggi di una manicure perfetta

1° STEP
Prima di incentrare la propria attenzione sulle unghie, è importante assicurarsi che la pelle delle mani sia uniforme e ben idratata. Lesioni, rossori, secchezza eccessiva e screpolature possono efficacemente essere contrastate semplicemente usando con regolarità una crema idratante per mani, ma in casi estremi è anche possibile effettuare impacchi con olio di mandorle dolci, massaggiando fino al suo completo assorbimento.
2° STEP
Concentrandosi più specificatamente sulla zona unghie, bisognerà eliminare le cuticole spingendole delicatamente, con l’aiuto di un bastoncino d’arancio, nell’attaccatura della pelle con l’unghia. Per rendere questo passaggio più facile e veloce, le cuticole possono essere ammorbidite con un balsamo anti-cuticole dalle proprietà emollienti.

sos cuticole
3° STEP
Dopo aver rimosso ogni residuo di smalto, bisogna dare una forma regolare e identica a tutte le unghie, cercando di evitare l’uso delle forbici ed utilizzando invece solo lime a grana sottile di cartone. Per evitare di stressare troppo le unghie, la lima andrebbe usata con movimenti effettuati sempre nello stesso verso, anziché avanti e indietro.
4° STEP
Non è raro riscontrare una sorta di ingiallimento ungueale, soprattutto nelle fumatrici o in chi ha la cattiva abitudine di utilizzare uno smalto molto scuro senza utilizzare una base trasparente. Prima di procedere alla stesura dello smalto, si dovrebbe infatti sempre applicare uno strato di top coat protettivo, ma se ormai le unghie appaiono ingiallite, si può provare un trattamento sbiancante unghie e anti-giallo. Quando invece le unghie tendono a sfaldarsi o spezzarsi troppo facilmente, si può optare per un trattamento unghie protettivo e fortificante.

sos unghie ingiallite

Manicure: gli errori da evitare

Quando si esegue una manicure è importante conoscere sia i trucchi che aiutano a renderla perfetta, sia gli errori da evitare per farla durare più a lungo e con un aspetto qualitativamente ed esteticamente migliore. La maggior parte degli errori sono sempre frutto di una scarsa quantità di tempo o di esperienza, ma in ogni caso possono compromettere il risultato finale.

1. Non applicare una base
Benché uno strato di smalto di base sia indispensabile per evitare l’ingiallimento delle unghie, può rappresentare anche un’importate fonte di nutrimento e protezione se si utilizza un prodotto specifico;
2. Tagliare le cuticole
Tagliare le cuticole significa esporsi notevolmente al rischio di infezioni e dolorose ferite. Non è raro infatti creare involontariamente delle lesioni sulla cute sana nel tentativo di eradicare alla base questi inestetismi;
3. Tagliare le unghie
Sarebbe sempre più opportuno limare le unghie anziché tagliarle, perché le lame delle forbici le espongono all’alto rischio di sfaldamento. Nel caso siano troppo lunghe e vadano decisamente tagliate, potrebbe essere d’aiuto preventivamente ammorbidirle, immergendole in una ciotolina di acqua calda: in questo modo il taglio sarà meno traumatico;
4. Limare le unghie con movimenti errati
La lima può essere una valida alleata nella realizzazione della forma desiderata senza arrecare danni agli strati ungueali, purché sia a grana sottile, esclusivamente di cartone, venga utilizzata sempre nella stessa direzione e mai con movimenti di direzione alternata.

I segreti per una french unghie impeccabile

L’eleganza sopraffina di una french unghie ben fatta è assolutamente indiscutibile e senza dubbio ideale per qualsiasi evento o occasione, ma realizzarla non è sempre così facile. La fase più difficile è tipicamente rappresentata dalla realizzazione della semiluna bianca per cui, se si è consapevoli di non possedere una mano ferma e una spiccata vena artistica, sarebbe meglio affidarsi alla guida delle lunette adesive.
La prima fase deve sempre essere l’applicazione del top coat indurente con proprietà protettiva, rinforzante, anti-giallo o sbiancante a seconda delle specifiche esigenze.
Dopo averlo fatto asciugare adeguatamente si potrà procedere alla creazione della semi luna.Se si ha una buona precisione e manualità, si potrà tentare di disegnarla a mano libera con uno smalto bianco latte o bianco gesso, a seconda dell’effetto finale desiderato più o meno naturale. Le eventuali imperfezioni potranno essere ritoccate con l’aiuto di un solvente a penna. In alternativa si potranno utilizzare le lunette guida.
Una volta che la stesura dello smalto bianco sarà completamente asciutta, si potrà applicare lo smalto sull’intera unghia, del colore naturale che si preferisce. Per prolungare la durata dello smalto e proteggerlo da eventuali sbeccature sarà necessario applicare un nuovo strato di top coat, che in questo caso agirà anche da fissante, dando una lucentezza simil-gel. Infine, per velocizzare l’applicazione degli smalti, in commercio esistono prodotti in grado di ridurre i tempi d’attesa dell’asciugatura, senza rischiare di rovinare l’intero lavoro di pazienza e precisione.

Commenti