Torna alla lista


Unghie

Rinforzante unghie: pratico rimedio per unghie fragili

Le mani morbide e lisce con unghie perfette sono immediatamente indice di una persona curata, organizzata ed equilibrata. Al contrario, mani poco curate e con unghie rovinate possono dare l’idea di una persona distratta, ansiosa, poco attenta e trascurata non solo con se stessa ma anche al lavoro. Questo vale per uomini e donne, senza differenze. Per fortuna, una buona manicure sistema tutto e le donne hanno dalla loro anche la possibilità di scegliere il colore adatto per ogni occasione e vestire le unghie di bellezza e seduzione. Se le unghie sono fragili, però, tendono a sfaldarsi molto facilmente: unghie così mettono a dura prova qualsiasi manicure e vanno curate con un’attenzione maggiore. Oggi sul mercato esistono tanti prodotti che ci aiutano in questo senso: proviamo a vedere insieme passo dopo passo, come realizzare una manicure curata, mirata a proteggere le unghie fragili.

I preparativi iniziali

Come per ogni manicure professionale, anche quella che realizziamo a casa deve partire da quelle operazioni che preparano l’unghia ad accogliere lo smalto. Innanzitutto, andiamo a rimuovere lo smalto precedente utilizzando un solvente delicato senza acetone, meglio ancora se a base oleosa. In questa fase ci aiuta un piccolo trucco: non cerchiamo di eliminare ogni traccia di colore sfregando con forza l’unghia, come fanno in moltissime: questo gesto è troppo aggressivo e rischia di intaccare anche gli strati superficiali, lasciandoci un’unghia opaca e indebolita. Versiamo invece qualche goccia di solvente su un dischetto d’ovatta e applichiamolo sull’unghia, tenendolo semplicemente appoggiato per una decina di secondi: il solvente avrà tutto il tempo di sciogliere delicatamente la lacca che verrà via molto facilmente senza rovinare l’unghia. Questo è un ottimo metodo anche quando bisogna rimuovere smalti “difficili” da eliminare, come quelli con i glitter. Eliminato lo smalto precedente, possiamo limare le nostre unghie dando loro la forma e la lunghezza desiderata. Per unghie fragili, naturalmente, è meglio scegliere lunghezze non troppo eccessive. Per la limatura, è importante acquistare un’ottima lima che consenta di ottenere in breve il risultato desiderato ed è fondamentale ricordarsi di usarla sempre in un solo verso: spingerla avanti e indietro, come si fa spesso, infatti, è un movimento che porta a sfaldare la punta delle unghie ed è quindi controindicato sia per le unghie sane sia, (a maggior ragione) per le unghie indebolite. Possiamo poi immergere le mani per qualche minuto in acqua tiepida dove avremo versato qualche goccia di olio essenziale di limone e qualche goccia di olio di mandorle dolci. Questo servirà ad ammorbidire le cuticole e, contemporaneamente, a nutrire mani e unghie. Trascorso qualche minuto, asciughiamo le mani e andiamo a spingere delicatamente le cuticole indietro con un bastoncino di legno d’arancio.

Un massaggio nutriente

A questo punto, possiamo coccolare le nostre mani concedendoci un massaggio con una buona crema idratante e nutriente formulata per nutrire anche le unghie. L’ideale è occuparsi di queste prime fasi della manicure alla sera, in modo da completare con un massaggio accurato: le unghie, così, avranno tutta la notte per respirare e assorbire il nutrimento e al mattino saremo pronte per le fasi successive.

E’ il momento dello smalto

Prima di applicare lo smalto è sempre buona regola applicare un prodotto base che sia specifico per unghie fragili. Per risparmiare tempo, denaro e spazio, possiamo utilizzare uno smalto multiuso che possa essere applicato come base ma anche come top coat. Si tratta di smalti solitamente trasparenti che vanno a rendere la superficie dell’unghia uniforme, luminosa e levigata. Ma il loro vero plus è l’azione rinforzante e protettiva. Si passa quindi allo smalto vero e proprio, da scegliere in base ai propri gusti: se le unghie sono molto rovinate, però, meglio scegliere, almeno all’inizio, smalti dai colori delicati ed evitare quelli perlati o con effetto metallizzato che di solito tendono a sottolineare le piccole imperfezioni della superficie. Nel caso in cui in passato si siano usati smalti particolarmente aggressivi o scuri, può succedere che la superficie dell’unghia, oltre a risultare indebolita, sia anche sgradevolmente macchiata. In questi casi è utile applicare una base sbiancante e protettiva. In questo modo saremo libere di applicare un colore chiaro senza timore che si noti un antipatico effetto giallastro. Dopo aver lasciato asciugare il colore, potremo proteggerlo applicando uno strato di top coat che lo renderà luminosissimo e più resistente agli urti e ai graffi. Molte amano riapplicare uno strato leggerissimo di top coat trasparente ogni due giorni per rinnovare lo splendore dello smalto e prolungarne la durata: si tratta di un’ottima idea che permette anche di dilatare il tempo tra un cambio di smalto e l’altro e quindi permette di aggredire meno le unghie con i solventi. Dopo aver lasciato asciugare perfettamente il top coat, infine, è buona regola applicare sempre, ogni sera, un balsamo nutriente per le cuticole ed evitare che si secchino dando un aspetto trascurato alla manicure.
Avere mani belle ed eleganti è fondamentale per farci sentire chic e in ordine: non dimentichiamolo e non rinunciamo mai a concederci queste piccole coccole.

Commenti