Torna alla lista


Viso

Come fare un contouring a regola d’arte

sculpting viso

Contouring è un termine diventato familiare nel make-up qualche anno fa grazie a Kim Kardashian che ne ha fatto un’arte, anche se la tecnica era già in uso dai make up artist da tempo immemore. La tecnica del contouring infatti è da sempre utilizzata per valorizzare le forme del viso e camuffare qualche imperfezione, una tecnica correttiva utilizzata nell’ambito fotografico e cinematografico. Proprio questa sua funzione di “rimodellare” il viso attraverso un sapiente gioco di luci e ombre lo rende così amato.

COME FARE IL CONTOURING PERFETTO

La tecnica del contouring si adatta a qualsiasi tipo di look e di make up, che sia più intenso e drammatico o più “acqua e sapone”. Realizzare un buon contouring che valorizzi il viso, però, non è affatto semplice. Per ottenere un effetto professionale è necessaria la combinazione di diversi prodotti cosmetici e di una certa abilità. Quindi occorre, innanzitutto, un buon prodotto, in polvere o in crema in grado di esaltare i lineamenti del viso attraverso un gioco di luci e ombre che ricrea tridimensionalità e volume. L’effetto si ottiene giocando con due texture: una terra mat dalla tonalità scura per scolpire il volto e un illuminante per far risaltare i lineamenti. In questo modo il contouring permette di mimetizzare alcune parti del volto e di valorizzarne altre.
Se si utilizza un prodotto in polvere come Master Sculpt Terra Contouring 2 in 1, occorre:
– applicare la terra con il pennello sui lati della fronte, sotto le mandibole e le guance, ai lati del naso, tra il labbro inferiore e il mento;
– stendere l’illuminante con le dita sotto gli occhi per creare una “V”, il triangolo centrale della fronte e il naso, sopra il labbro superiore e sul mento.

Master Contour è invece uno stick per contouring 2 in 1 che permette di realizzare un risultato professionale con la massima semplicità. Grazie al suo formato stick facile da portare sempre con sé e alla sua texture cremosa, l’applicazione avviene in modo facilitato e in pochi gesti pratici. Il finish mat dona un risultato inteso e duraturo. È composto da una sezione scura, per scolpire e una sezione chiara, per illuminare. La sezione scura serve a dare profondità creando delle zone d’ombra: andrà applicata solo su tempie, osso zigomatico e linea della mandibola a partire dai lobi fino al mento. La sezione chiara serve invece a creare delle zone di luce e a creare volume: andrà stesa su zigomo superiore, naso, canale tra naso e labbra e mento.

Commenti