Torna alla lista


Viso

Come usare il primer viso per un trucco resistente al caldo

Con la stagione estiva il trucco tende a resistere meno, sottostando all’inesorabile effetto del sudore e del calore, perdendo in definizione, compattezza e perfezione.
La cosmesi, però, ha creato il prodotto ideale per mantenere intatto il make-up anche con un caldo torrido, grazie ad una formulazione che garantisce una lunga durata ed una tenuta impeccabile.

Cos’è il primer viso

Il primer viso è ormai considerato fondamentale, sia dai professionisti dell’estetica che dalle donne, poiché costituisce la fase principale attraverso cui assicurarsi un trucco a lunga tenuta. Potrebbe essere definito una sorta di crema di base anche se la sua texture varia a seconda dei prodotti, diventando ora più liquida e morbida, ora più viscosa e compatta. Grazie ad una tecnologia avanzata, i primer hanno come funzione principale quella di rendere il make-up resistente anche alla stagione calda e nelle situazioni in cui il sudore può rovinare un lungo lavoro davanti allo specchio. Accanto a questo primo ed importante effetto, il primer riveste anche un importante ruolo nel minimizzare i difetti di pelle ed illuminarla grazie ad invisibili particelle riflettenti. Generalmente i siliconi in esso contenuto favoriscono da un lato la lunga resistenza di un trucco che rimane asciutto senza lo sgradevole effetto lucido, dall’altro creano una base perfetta ed una pelle liscia e levigata. In commercio sono ormai presenti numerose varietà di primer per fare in modo che ogni prodotto possa rispondere alle specifiche esigenze di pelle, diverse da donna a donna.

I primer zona-specifici

La produzione dei vari tipi di primer si sta diversificando sempre di più per fornire il maggior vantaggio possibile alle donne che scelgono di trarne i benefici. E’ infatti possibile ritrovare esclusivi primer occhi, primer labbra e primerv viso per garantire una tenuta del trucco assolutamente specializzata e specifica, eppure un primer viso di buona qualità può essere utilizzato con la stessa efficacia a prescindere dalla zona di applicazione.
Per evitare quindi di acquistare troppi prodotti con la stessa finalità, si può scegliere un fondotinta illuminante viso con una formula blur a base d’acqua che non unga e assicuri la lunga durata del make-up mentre ravviva, illumina e leviga la pelle. Utile, invece, sarebbe scegliere un primer minimizza pori perché oltre a rendere duraturo il trucco, assicurerebbe l’effetto benefico sui pori, restringendoli e minimizzando le imperfezioni.

Come utilizzare il primer viso

La preparazione della pelle rappresenta un passaggio indispensabile per ottenere un trucco degno di nota, per questo si dovrebbe sempre detergere accuratamente il viso prima di proseguire con il make-up. Dopo aver utilizzato un latte detergente leggero ed un tonico restringente, si potrà quindi passare alla base. Un buon primer può essere definito tale quando è in grado di ravvivare, levigare ed illuminare la pelle mentre uniforma l’incarnato con leggerezza, senza lasciare la pelle grassa o appiccicosa. La stesura del primer è semplice come l’applicazione di una crema idratante viso e va distribuita su tutta la pelle, inclusa la delicata zona del contorno occhi. Picchiettando delicatamente con i polpastrelli, va applicata nelle zone maggiormente critiche per poi essere stesa uniformemente sul resto del viso. Possedendo una consistenza molto leggera e fresca, l’applicazione del primer lascia respirare la pelle che diventa istantaneamente più liscia e compatta.

Come realizzare un trucco resistente al caldo

Con l’applicazione del primer viso la base del trucco può essere considerata già eseguita, ottenendo un risultato naturale ed un effetto leggero che non appesantisce la pelle, sia da un punto di vista estetico che da un punto di vista tattile. Qualora il make-up voglia essere più intenso, si potrà comunque applicare un fondotinta compatto o minerale, avendo il vantaggio di poterne mettere una quantità davvero esigua grazie al primer viso.
Con l’utilizzo combinato di una terra mat e di un illuminante perlato si potrà poi definire l’ovale e assottigliare le guance, facendo attenzione a non eccedere con i prodotti per non avere un antiestetico effetto maschera. Il trucco occhi potrà essere realizzato seguendo il proprio gusto ed avendo l’accortezza di distribuire una piccola quantità di primer anche sulla palpebra mobile e sul contorno occhi. In questo modo la tenuta di ombretti e matite occhi sarà più duratura, soprattutto se i prodotti utilizzati non sono waterproof. Inoltre il primer applicato in questa zona minimizza visibilmente le occhiaie e le pieghe cutanee che spesso disegnano antiestetiche righe sugli ombretti. Anche le labbra possono essere oggetto dello stesso piccolo segreto, ottenendo una tenuta maggiore del rossetto applicando sulla bocca un velo di primer.

Il primer anche al mare

La necessità di mascherare le imperfezioni cutanee, tra cui macchie, occhiaie e pori dilatati, si fa sentire anche in situazioni in cui è d’obbligo un look acqua e sapone, come quella di una giornata al mare. Purtroppo, però, oltre ad esser poco pratico ed oggettivamente poco consono, usare uno spesso strato di fondotinta al mare diventa tutt’altro che ideale ed esteticamente molto poco gradevole e performante. La soluzione è a portata di mano grazie all’utilizzo dei primer, per effetto delle loro innumerevoli qualità e dei numerosi benefici apportati alla pelle. Il primer può infatti essere utilizzato anche al mare, oltre che quotidianamente, perché la sua applicazione non crea un appesantimento della pelle, lasciandola invece leggera e assolutamente naturale. Contemporaneamente assicura una levigatezza ed una uniformità che solo il fondotinta riesce a fornire in altre circostanze.
Se si pensa poi che alcuni primer sono formulati appositamente per restringere i pori senza ostruirli e rendere la cute più liscia e omogenea, si può ben capire quanto utile e pratico possa diventare il suo uso anche a mare. La texture, inoltre, garantisce una lunga resistenza all’acqua di mare, al sole e al caldo, senza ungere la pelle ed eliminando anche le lucidità cutanee provocate dal sudore. Alcuni primer sono pensati per illuminare il volto grazie a speciali sfere che filtrano la luce riflettendola, sarà quindi impossibile passare inosservate, consapevoli di essere perfette anche a mare.

Vota il look

Commenti

Comments are closed.