Torna alla lista


Viso

Primer occhi e base makeup: perché chi ben comincia…

La base per il make-up

Avere una buona base per il make-up è fondamentale per ottenere un risultato finale impeccabile.
L’obiettivo, infatti, è quello di eliminare le imperfezioni della pelle come le discromie (diversità di colore dell’incarnato), i pori dilatati, qualche piccolo difetto dato da un brufolo o semplicemente quel velo di stanchezza, giocando sui punti luce e sulla texture dei prodotti usati. Per una buona base trucco non devono mai mancare un primer per gli occhi e uno per il resto del viso.
Ricordate di non usarli in modo intercambiabile, se non espressamente scritto sulla confezione. La pelle intorno agli occhi infatti è molto più sottile e delicata rispetto al resto del viso e quindi richiede un prodotto tipo gommage satinato, per non creare degli antiestetici accumuli tra le pieghe.
Lo stesso vale per il viso, che ha diverse zone da trattare dal mento-collo alla fronte e richiede quindi una texture che non appesantisca e sia luminosa.

Cos’è il primer occhi e viso

La parola stessa lascia intendere che è un prodotto cosmetico che va applicato prima di tutti gli altri cosmetici e anche del fondotinta. E’ in crema o sotto forma di lozione e si applica prima perché migliora sia la copertura dei difetti che la durata stessa del trucco. La sua applicazione è molto semplice perché può essere eseguita con le mani (con i polpastrelli nella zona per esempio intorno agli occhi) o anche con un applicatore.
Il primer farà in modo che non si creino sgradevoli solchi che compaiono spesso in corrispondenza delle rughe di espressione, come accade intorno agli occhi, sulla fronte, sul mento o ai lati della bocca.

Come si usa il primer occhi

Prima di stendere il primer il consiglio è quello di applicare sempre una crema idratante per preparare la pelle.
Come accennato prima il primer occhi e viso si può stendere con i polpastrelli ma anche con dei pennelli appositamente pensati che facilitano un risultato uniforme.
La scelta del primer è importante e deve essere basata sul tipo di pelle e anche sull’età. Per esempio vi servirà un primer illuminante se la pelle è secca o è matura oppure ha subito i segni del tempo opacizzandosi.
Per le pelli mature potrebbe anche essere indicato il primer antietà o con capacità correttive quando la pelle manifesta macchie solari o couperose. Tra i migliori primer in commercio ci sono quelli che appartengono alla categoria di primer minimizzatori di pori istantanei, con la capacità di correggere qualsiasi difetto in modo veloce e uniforme. E’ un primer infatti indicato per cancellare la difformità che viene spesso data dai pori dilatati. In tal modo con uno solo passaggio la pelle diventa subito liscia e morbida ma soprattutto uniforme. La formula leggera poi non appesantisce ne ostruisce i pori, quindi la pelle riesce e respirare liberamente. Il modo migliore per applicare questo tipo di primer è picchiettare sulle zone interessate e, se la vostra pelle non ha particolare necessità di coprenza dei difetti, potete anche evitare di usare il fondotinta.
La composizione a base di estratti di ciliegia favorisce il ritirarsi di quei piccoli capillari che spesso compaiono intorno alle narici o sulle guance. Un effetto astringente che con l’applicazione prolungata nel tempo può dare benefici grazie a questi principi per ridimensionarli e dare alla pelle un aspetto migliore. Il primer è quindi indispensabile per essere in ordine tutto il giorno e in qualsiasi occasione, anche durante la stagione estiva, quando altri tipi di make-up non reggono al caldo e all’afa. L’effetto complessivo infatti sarà sempre e comunque quello di una pelle luminosa, senza difetti ed esteticamente molto gradevole.

Il primer che cancella i segni della stanchezza

Quante volte vi siete guardate allo specchio la mattina appena sveglie e avete notato sul viso i segni della stanchezza e dello stress accumulati?
Naturalmente si fa di tutto per eliminarli e restituire al visto un aspetto rilassato, disteso. Un metodo infallibile è quello dell’uso di un fondotinta illuminante.E’ un prodotto che piace molto alle donne perché cancella in un solo gesto la fatica ravvivando in modo subito evidente l’incarnato e levigandolo in modo davvero eccellente.
La sua composizione estremante versatile copre tutte le imperfezioni e in particolare la presenza di occhiaie particolarmente scure.
E’ questo uno dei punti più critici per le donne, che non amano certo avere uno sguardo affaticato, comunque segnato da un area scura che, con altri prodotti, è difficile se non impossibile eliminare.
In ogni caso per questo tipo di occhiaie particolarmente “ostinate” e scure il completamento della base per il trucco è l’applicazione di un correttore di colore aranciato che va stemperato e armonizzato o con il primer stesso o con il fondotinta, per dare continuità al colore e quindi anche alla zona tra l’orbita dell’occhio e il resto del viso.
Un altro pregio del primer è quello di non essere untuoso e di non rimanere appiccicato sulle dita.
In tal modo si stende facilmente con la giusta quantità di prodotto, che da un effetto naturale e professionale al vostro make-up.
Potete tranquillamente applicarlo fin dal mattino per avere una tenuta impeccabile su tutto il viso (quindi evitando di usare due tipo di primer per occhi e viso).
Anche in questo caso non dovere applicare poi il fondotinta se la vostra pelle non lo richiede e potete procedere con l’applicazione di una cipria compatta o in polvere, rigorosamente applicata con il pennello per mantenere l’effetto satinato e luminoso della vostra pelle.

La zona T e il primer

Quando si parla di luminosità della pelle è bene sottolineare anche la capacità del primer di valorizzare i cosiddetti “punti luce”, corrispondenti alla “zona T”. La “zona T” è quell’area compresa tra la fronte, il naso, le labbra e il mento sulla bisogna puntare per armonizzare qualsiasi tipo di make-up. Da ricordare poi che il primer aiuta anche a eliminare quello sgradevole effetto lucido tipico delle pelli grasse e delle pelli miste proprio in questa zona. In tal modo non si è costrette a “ritoccare il trucco” ogni 2 ore, specie in estate quando le temperature sono particolarmente alte e si tende a sudare. Non rinunciate quindi ad avere una pelle liscia, curata e con un colorito uniforme, facendo sparire o comunque ridimensionando in modo deciso i pori dilatati.
L’effetto che il primer da alla pelle, specie quello che non richiede l’ulteriore applicazione del fondotinta, è spesso paragonato a quello dell’incarnato di una bambina. Questo la dice lunga sulle qualità eccezionali di un prodotto che può letteralmente cambiare la percezione della fase “pre-trucco” e valorizzare qualsiasi tipo di pelle. Usatelo nelle occasioni più importanti ma anche per il trucco di tutti i giorni.
Provatelo e non saprete più farne a meno perché vi farà sentire bene con voi stesse e con gli altri.

Commenti